Bonus casa 2017: ristrutturazioni e acquisto mobili, tutte le novità

Nella nuova Legge di Stabilità, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale, sono stati confermati e resi pubblici i requisiti e le novità in merito ai nuovi bonus casa 2017. Di seguito tutti i dettagli.

Nella nuova Legge di Stabilità sono state introdotte importanti novità in merito ai bonus casa per il 2017. Sono numerosi i cambiamenti, rispetto al passato, e tra essi si annoverano quelli inerenti alla sicurezza sismica degli edifici pubblici e privati e alle agevolazioni fiscali legate al risparmio energetico e alla ristrutturazione delle case (riguardanti anche coloro che vivono in condominio). Vediamo nel dettaglio tutte le agevolazioni fiscali.

Iniziamo dall’ “Ecobonus” : per il 2017 sono state confermate le detrazioni fiscali al 65% inerenti alle spese effettuate per la riqualificazione energetica delle abitazioni. Questo bonus può essere richiesto da coloro che hanno provveduto alla sostituzione degli infissi, delle coperture e dei pavimenti, all’installazione di pannelli solari, alla sostituzione di impianti di climatizzazione invernale: caldaie a condensazione e messa in opera di scaldacqua a pompa di calore. La detrazione riguarda anche l’acquisto di caldaie a legna o a pellet, piuttosto che tende da sole per esterni e persiane. Per quanto concerne i condomini, l’Ecobonus 2017 può essere utilizzato fino al 2021, con la possibilità di elevarlo fino al 70-75% per i lavori riguardanti la parte esterna dell’immobile.

Un’importante novità introdotta dalla nuova Legge di Stabilità, è il “Bonus Sisma 2017” che riguarda la messa in sicurezza sismica delle abitazioni. Il bonus ha subito un andamento crescente rispetto al 2016, di fatto si è innalzato al 50% fino ad arrivare al 70-80%, seguendo le indicazioni contenute nel decreto ministeriale previsto per il 28 febbraio 2017.

Invece chi ha intenzione di ristrutturare casa, può usufruire di un bonus pari al 50 % della spesa effettuata fino al raggiungimento della soglia di 96mila euro. Le abitazioni edificate nelle zone a rischio sismico 1, 2 e 3 possono beneficiare dell’incentivo fino e non oltre il 31 dicembre 2021 con aliquote potenziate all’ 85% in caso di abbattimento del rischio sismico. Il “Bonus Mobili ed Elettrodomestici” è rivolto a coloro che hanno avviato il bonus ristrutturazioni dopo il 1 gennaio 2016. L’incentivo è indirizzato all’acquisto di elettrodomestici A+ e mobili di prima necessità.

bonus-casa-2017

Photo Credits Facebook

 

Commenti

commenti