L’assurda moda “unwashed” impone di non lavarsi

Tra USA ed Europa sta esplodendo la folle moda “unwashed” che impone di non lavarsi. E hanno aderito anche molti vip internazionali.

Sembra uno scherzo: non solo non lo è, ma sta spopolando in USA ed Europa. Parliamo proprio della moda “unwashed” che impone di smettere di lavarsi. La corrente sostiene che lavarsi sia dannoso e promuove uno shampoo e una doccia con sapone ogni settimana, non più frequentemente. Chi la segue non utilizza il sapone ma opta per prodotti alternativi, come argille e polveri ricavate da piante o noci. Secondo i seguaci di questo nuovo trend lavarsi sarebbe un’imposizione sociale con conseguenze dannose.

La tendenza ha spopolato e ognuno vuole interpretarla a modo suo: in Francia si è diffusa l’idea che lavarsi sia la degenerazione delle manovre pubblicitarie dei venditori di sapone dell’epoca del boom: vogliosi tutti di “liberarsi” da questa terribile abitudine, ci sono quelli che predicano di non fare più di due docce a settimana e chi invece sostiene sia meglio farla sempre ma senza sapone e chi preferisce lavare solo le parti intime, come lo scrittore italiano Mauro Corona. All’origine di questa moda ci sarebbero basi biologiche, etiche ed eco-friendly, come sprecare meno acqua ma anche preservare il ph della pelle dalle aggressioni cosmetiche, come quelle dei saponi.

UNWASHED

Questa moda (piuttosto weird se pensiamo alle conseguenze sociali) conta già diverse adesioni soprattutto nel mondo dello spettacolo: la lista di vip che non amano l’acqua e il sapone non è così piccola come si potrebbe pensare. Tra questi sono annoverati attori del calibro internazionale come Brad Pitt, Russell Crowe e Johnny Depp.

PITT LAVARSI

LEGGI ANCHE GREEN CARPET AWARDS: MILANO RILANCIA LA MODA ECOFRIENDLY

Photo Credits Twitter

Commenti

commenti