Chicche di Stile: il trikini

Questa settimana la rubrica chicche di stile vi racconterà del trikini, amato dalle star e di tendenza da ormai diverse estati; ecco come abbinarlo, come indossarlo e la storia di questo costume a metà tra un bikini e un intero

Il trikini è un accessorio beachwear in voga ormai da diverse estati; da molte donne odiato per via dell’abbronzatura che si prenderebbe in maniera poco uniforme, e soprattutto perché (ahimè) a non tutte calza proprio a pennello. Il trikini infatti mette in risalto tutte le rotondità e pone in evidenza anche chi di forme proprio non ne ha. Il termine trikini è stato coniato nel 1967 in Francia ed indicava un bikini abbinato ad uno shorts e da lì è nata l’associazione tra il prefisso tri inteso come tre pezzi e quello di bikini, inteso invece come due pezzi. 

Per chi ancora fosse indeciso se acquistare un trikini quest’estate per la paura che addosso possa non piacervi, la buona notizia è che non bisogna avere un fisico da modella per poterlo indossare; il trikini mette in evidenza la pancia, quindi è chiaro che è da evitare se avete messo un po’ di pancetta durante i mesi invernali, però questo costume esalta in modo molto sensuale i fianchi, quindi se avete la vita piccola, ma dei bei fianchi, il trikini è proprio l’indumento beachwear adatto a voi. Su un fisico troppo asciutto e senza forme invece, questo costume darà un effetto che vi farà sembrare ancora più piatte.

Il trikini negli anni è stato sempre più amato e apprezzato anche delle star grazie alla sua versatilità; questo capo infatti è perfetto anche per essere indossato con un bel paio di shorts, con un pareo e diventa super cool per un aperitivo in spiaggia se optate anche per un bel cappello in paglia e maxi occhiali da sole.

Photo Credits: Facebook

Commenti

commenti