“Sei in un paese meraviglioso”, dal 19 giugno su Sky Arte Hd

Riprende “Sei in un paese meraviglioso”, nato da una fruttuosa collaborazione tra Autostrade per l’Italia e Sky Arte Hd. La terza stagione è caratterizzata da varie novità tra cui la conduttrice, Veronica Gentili, che affiancherà lo “storico” Dario Vergassola, il filo conduttore, i siti dell’Unesco, e un talent per scoprire nelle università italiane nuovi talenti narrativi. Il fortunato programma televisivo va in onda alle 21.15 ogni lunedì dal 19 giugno al 31 luglio e, dopo la pausa estiva, dal 4 settembre fino al 13 novembre su Sky Arte HD, canale 120 e 400 della piattaforma satellitare Sky.


“Non avevo bisogno della badante, ma ne l’hanno imposta…!!!”. “Dario, non sei mica così vecchio, per la badante ci vogliono più o meno altri due anni”. Questo è solo uno degli scambi di battute tra Dario Vergassola e la giornalista Veronica Gentili durante il loro “tour on the road” di Autostrade per l’Italia per registrare il programma televisivo “Sei in un paese meraviglioso”. Diciotto lunghe puntate durante le quali i due presentatori si sono ampiamente meritati i soprannomi di “Sandra e Raimondo Vianello” proprio per quel continuo lancio di “frecciatine” dove ognuno vuole avere l’ultima parola.

“Sei in un paese meraviglioso”, dopo il successo delle due precedenti, torna per la terza edizione in prima serata su Sky Arte Hd dal 19 giugno con un nuovo filo conduttore: il patrimonio di beni Unesco che circonda la rete di Autostrade per l’Italia. Con riprese spettacolari, narrazione interessante e quel pizzico di brio conferito dai due presentatori, accompagnerà i telespettatori attraverso il racconto dei siti italiani della lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Questa particolare produzione è nata da un’idea del direttore delle Relazioni Esterne e Marketing di Autostrade per l’italia, Francesco Delzio, ampiamente approvata dal direttore di Sky Arte Hd Roberto Pisoni.

“La scelta di dedicare un programma ai siti Uniesco”, ha spiegato Delzio, “è scaturita da una constatazione: si tratta, in molti casi, di un patrimonio culturale e artistico che non viene valorizzato come meriterebbe, sia sul piano della capacità attrattiva verso il turismo di qualità che sul piano della narrazione pubblica. Era necessaria una vetrina prestigiosa per dare visibilità a luoghi impensabili raggiungibili con l’autostrada”

Siena, San Gimignano, Urbino, le necropoli di Cerveteri e Tarquinia, i monumenti paleocristiani di Ravenna : chi non ha avuto la fortuna di visitare questi incantevoli luoghi della nostra cultura potrà farlo grazie alle immagini che coinvolgono totalmente chi guarda, che trasportano all’interno di piazze, di palazzi storici, di bellezze di casa nostra mai abbastanza apprezzate e condivise.

“Eccola qua, la presentatrice di un programma di viaggi che non era mai stata a San Gimignano e neanche a Urbino. Infatti la prima cosa che ha fatto appena arrivata in questi posti, invece di iniziare a registrare è stato scattare foto e gridare a destra e sinistra: guarda che bello! Ma che meraviglia! Uh, che capolavori!”. Vergassola non perde occasione stuzzicare la collega Veronica che riceve e rilancia: “Non è colpa mia, è che ho molti meno anni di te e alcune esperienze le devo ancora fare”.

Questa edizione di “Sei in un paese meraviglioso” prevede anche il lancio di un “talent” collegato al programma tv: “Ciak, si gira: Sei in un Paese meraviglioso”. L’obbiettivo è quello di scoprire nuovi talenti narrativi offrendo ai giovani universitari un’occasione per diventare protagonisti nella promozione dei siti UNESCO. Dal 15 giugno al 15 settembre infatti gli studenti di 12 Università italiane, riuniti in gruppi composti al massimo da 5 persone, potranno realizzare un video per raccontare il sito UNESCO più vicino al proprio ateneo. I migliori 3 classificati riceveranno in premio apparecchiature fotografiche e diventeranno i protagonisti di uno speciale che Sky Arte HD dedicherà loro nell’ambito della terza stagione di “Sei in un Paese meraviglioso”.

Photo credits: Press Office Autostrade per l’Italia, Mn Italia,

 

 

Commenti

commenti