Victoria’s Secret a Shanghai: le modelle che non hanno superato il casting

La vita è una selezione continua anche se sei arrivata quasi in cima al mondo: lo sanno bene le modelle che, pur essendo tra le più gettonate e richieste dal fashion-system, non ce l’hanno fatta a entrare nel casting di Victoria’s Secret per Shanghai. Ovvero: non saranno tra quelle che partecperanno il prossimo novembre al cosiddetto “Big Show”, la sfilata annuale di uno dei brand di lingerie più famoso al mondo, un evento mediatico che, quando viene trasmesso in tv a dicembre, tiene incollati al piccolo schermo milioni di telespettatori.

 

L’Italia “modaiola” tutta si è “piccata” quando ha saputo che l’unica candidata “verde bianca e rossa” presente al casting di Victoria’s Secret per la sfilata annuale di Shanghai non è stata selezionata e quindi non partirà per la Cina insieme alle donne più invidiate del mondo. Eppure Bianca Balti, che rappresenta da anni la bellezza mediterranea nel mondo, ha già calcato la grande passerella “glam” di “VS” nel 2005 facendo, tra l’altro, una bellissima figura con il suo completino rosso natalizio dalla culotte in tartan, il reggiseno a fascia in lycra e il cappuccio da babbo natale bordato di pelo bianco. Una delizia. Oppure con il due pezzi rosa caramella, con slip a cuore davanti e dietro e reggiseno push up senza spalline bordato di passamaneria bianca come fosse un marshmallows. Con un viso dai lineamenti tanto delicati su un corpo con curve accennate ma sexy era perfetta per incarnare “l’angelo fuori e demone dentro” che in fondo è il personaggio “ispiratore” delle creazioni del brand.

Ma quest’anno, osservando con attenzione la maggior parte dei “volti nuovi” che sfileranno per la prima volta a Shanghai, si capisce che evidentemente i canoni di bellezza della maison sono cambiati: Victoria’s Secret ha  scelto modelle di tipo “androgino” rispetto al tipo “morbido”. Anche se una domanda sorge spontanea: va bene che per conquistare il mercato asiatico si farebbe qualsiasi cosa, anche proporre indossatrici con il fisico più simile alle donne orientali, ma è giusto snaturare un marchio che ha fatto della sensualità, della seduzione, delle forme che riempiono con malizia slip e reggiseni i suoi cavalli di battaglia?

Ai posteri, meglio, all’audience televisiva e a internet l’ardua sentenza. Vediamo però quali sono le altre bellissime che hanno perso l’occasione di indossare le ali. La prima è Hailey Baldwin, nipote dell’attore Alec Baldwin. Pur essendo alta “solo” 1.71 cm sfilare per Victoria’s Secret è sempre stato il suo sogno. Le sue migliori amiche, Kendall Jenner e Gigi e Bella Hadid, hanno già lavorato per il brand mentre lei non ha mai superato il casting. Quest’anno poteva essere la volta buona: pare però che non ci sia nulla da fare salvo ripescaggio dell’ultimo minuto.

Un’altra bellissima, tanto da essere stata eletta dai francesi la “wag” più bella del campionato transalpino visto che è la fidanzata del portiere del Paris Saint-Germain Kevin Tapp, è Izabel Goulart.  Ha sfilato per Victoria’s Secret dal 2005 e sembra impossibile che la maison quest’anno possa fare a meno di lei. Tutta la Georgia invece faceva il tifo per Tako Natsvlishvili,  diciannovenne che ha lavorato con i brand più famosi: Armani, Versace, Elie Saab, Dior. La modella doveva essere tra i 25 “volti nuovi” previsti per lo show 2017 di Shanghai. Ha superato il primo “step” del casting entrando in una speciale short-list ma non ha ricevuto la conferma.

La più determinate a riprendersi le ali era Shanina Shaik: dopo avere sfilato per “VS” nel 2011, 2012, 2014 e 2015, non era entrata nel cast 2016. Il dispiacere era stato tale che la madre Kim, per consolarla, ha pubblicato su Instagram un messaggio d’affetto. Stavolta è arrivata al provino con un anno di esercizio fisico alle spalle ma non ce l’ha fatta. Saranno state forse le curve il motivo per cui Wanessa Milhomem, morbida ma anche altissima, non ha superato il casting nonostante fosse tra le favorite. La ventiduenne brasiliana non ha ricevuto la fatidica chiamata. L’ultimo messaggio della maison è stato il classico “le faremo sapere”. Ma è giovane, ha ancora tanto tempo per provare.

A tutte un “in bocca al lupo” per il prossimo anno, perché, nonostante non siano state scelte, non è da tutte le top essere tra le 100 invitate al casting della sfilata annuale di Victoria’s Secret.

Photo credits: Monster Management, FansShare, TeenVogue, Pinterest, Shaninashaikrunway,

 

Commenti

commenti