Miss Italia 2017: la polemica di Samira Lui“Mi hanno chiamata senegalese e ho perso”

Le polemiche sono sempre pronte a scatenarsi su Miss Italia, anche a concorso terminato. Ecco le accuse della Miss Samira Lui.

Un’edizione di Miss Italia senza polemiche non avrebbe senso. E anche quest’anno, che non ha “brillato” per particolari gaffe o momenti di gelo, è arrivata puntuale l’accusa, da parte della Miss Samira Lui, di strumentalizzazione della propria etnia. Miss Italia ha vantato il multiculturalismo delle bellezze in gara come un fiore all’occhiello, ma Samira Lui è convinta di aver perso la corona per una parola fuori luogo. La colpa sarebbe di Francesco Facchinetti, presentatore del concorso, che in diretta ha detto che Samira proviene dal Senegal, Paese contro cui una fetta d’Italia (per fortuna solo una fetta) si sta scagliando per una serie di fatti di cronaca.

Samira ha rettificato, a elezione avvenuta (di Alice Rachele Arlanch, una bellezza 21enne trentina) che quel “senegalese” è stato un errore (la ragazza è nata in Italia e solo suo padre proviene dal Senegal) che le è costato dei punti. Ecco le sue dichiarazioni: “Mia mamma è italiana, io sono nata in Italia e mi sento italianissima al 100% . quella frase di Facchinetti ha influito nel giudizio del pubblico a casa, soprattutto per il momento storico che stiamo vivendo. Inevitabilmente provo rabbia e delusione: ero convinta di poter rappresentare la mia regione e l’Italia”.

Samira, che vive in Friuli, ha rivelato di aver subito commenti razzisti: “Sono frasi che ho vissuto in modo apatico – commenta – perché mi ritengo una friulana doc e ho sempre vissuto in Friuli, la mia terra: le critiche mi sono scivolate via, non mi hanno toccato. Voglio conservare quanto di buono ho vissuto in questa esperienza, che accade una sola volta nella vita”.

SAMIRA LUI

LEGGI ANCHE MISS ITALIA 2017: ALICE RACHELE ARLANCH, LE SUE PRIME PAROLE DOPO L’ELEZIONE

Photo Credits

Commenti

commenti