Milano Fashion Week 2017 Diary, le sfilate di Gucci, Alberta Ferretti e Francesco Scognamiglio

La prima giornata di Milano Moda Donna 2017 si è conclusa alla grande, sotto il sole tiepido di settembre. Ecco le sfilate principali.

La prima giornata di Milano Moda Donna 2017, che presenta le collezioni Primavera/Estate 2018 dei più grandi stilisti, si è chiusa con una serie di catwalk ed eventi collaterali. La giornata ha visto un inizio con la Venezia anni ’20 di Alberto Zambelli, che ha proposto tuniche, drappi e trasparenze. Non sono mancate balze, volant e plissettature in una serie di colori primaverili come l’avorio, il terra e il nude. La passerella più attesa della giornata era però quella di Gucci, che ha incantato e colpito con l’osare che contraddistingue le ultime svolte. Alessandro Michele ha concepito una fusione tra statue antiche e luci psichedeliche, tra magia e realtà, tra culture orientali e istanze occidentali.

Un grande e coloratissimo calderone, che si è soffermato sui dettagli (i ricami preziosi, le applique glitter) e ha rievocato uno spirito rockeggiante con giacche scintillanti e note musicali sparse su camicie e bluse. Con Gucci il 2017 apre l’era dei contrasti, dove tutto è possibile. È seguita la sfilata di Alberta Ferretti, attesissima come Gucci: l’argento, il nero, il bianco pallido e il nude sono state le nuance preferite della fashion designer, che ha proposto una donna sensuale e chic. Un ensemble stellare di top model (da Karlie Kloss a Barbara Palvin fino alle sorelle Hadid, Alessandra Ambrosio) ha calcato la passerella sfoggiando monokini retrò, tessuti in lurex, tubini, tuniche da vestali, drappi da dee greche con una cosa in comune: una patina scintillante ed eterea. Inoltre la stilista ha proposto una linea knit già anticipata alla Mostra del Cinema di Venezia da Isabeli Fontana e Izabel Goulart: Innamorati a Milano, con la dedica al capoluogo lombardo, e una linea “Rainbow Week” con i giorni della settimana.

Francesco Scognamiglio ha scelto invece l’Arengario per presentare una collezione sui toni del nero, del bianco e di cinquanta sfumature di rosa. Pizzi, ruches, balze, gioielli, pellicce abbinate a minidress hanno caratterizzato la sfilata del designer napoletano. Tornano pizzi, long dress, motivi floreali, scolli e tacchi, portati con i trendyssimi calzini.

 

Photo Credits Twitter

Commenti

commenti