Grande Fratello Vip: Giulia De Lellis in viola vs Cecilia Rodriguez senza reggiseno e Ilary Blasi in cuissard

Ogni lunedì sera al Grande Fratello Vip si consuma uno scontro di stile: ieri sera abbiamo visto Giulia in viola e Cecilia con una jumpsuit scollatissima.

Nella serata del 13 novembre al Grande Fratello Vip è andato in scena, come sempre, uno scontro di stile. Le tre donne più chiacchierate, soprattutto sui social, per quanto riguarda il look sono Giulia De Lellis, Ilary Blasi e Cecilia Rodriguez. La conduttrice Ilary Blasi per la serata del 13 novembre ha scelto un look total black molto sensuale: l’abito nero, che era dotato di un profondo e malizioso spacco, era abbinato a un paio di cuissard aderentissimi con punta e tacco a spillo, sempre di colore nero.

La conduttrice ha suscitato una vera e propria ovazione quando, sedendosi sul bancone dello studio, ha accavallato le gambe. A completare il suo outfit ci hanno pensato capelli liscissimi dai multiriflessi biondi, un trucco sui toni del rosa e del nero e uno sorriso bianco e splendente. Giulia De Lellis invece è stata la più bersagliata con un look maestoso sui temi del viola e vagamente anni ’90; qualcuno ha paragonato l’esperta di tendenze a Dayane Mello e al suo discusso abito presentato sul red carpet di Venezia 2016; qualcun altro invece ha accostato la fidanzata di Damante ad Anastasia, la sorellastra di Cenerentola vestita di un colore simile.

L’abito di Giulia era un tubino di Asos (costo 89,90 euro) lungo fino a sopra il ginocchio con gigantesche maniche a sbuffo e scollatura a cuore, abbinato a un paio di sandali neri dalla lista molto sottile. La concorrente ha scelto un hairstyle sciolto e semplicissimo, anche per non “appesantire” un look così ingombrante. Cecilia Rodriguez invece ha indossato una jumpsuit color vinaccia dalla scollatura generosissima, tanto da averla indossata in versione braless. Chi delle tre avete preferito?

LEGGI ANCHE GIULIA DE LELLIS È ATTACCATA INGIUSTAMENTE PER I LOOK AL GF VIP?

Photo Credits Twitter, Instagram

Commenti

commenti