Francesco Scognamiglio: l’omaggio al passato, il successo del futuro

Non solo i capi più significativi della ventennale carriera di Francesco Scognamiglio: in occasione dell’ultima edizione di Altaroma lo stilista partenopeo ha presentato nelle sale della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma la collezione Couture primavera estate 2018. Un ritorno nel luogo in cui tutto è cominciato. Un omaggio alla città che ha segnato nel 2000 la sua consacrazione nel mondo dell’alta moda internazionale.

E’ stato sicuramente il principale evento dell’ultima Altaroma: la sfilata con cui Francesco Scognamiglio ha celebrato i 20 anni di carriera è rimasta impressa nei ricordi di chi ha avuto la fortuna di assistervi per quella magnificenza tipica della maison, quell’eleganza regale che ha conquistato celebrità del calibro di Beyoncè, Madonna, Nicole Kidman, Heidi Klum e star del web come Kendall Jenner e Kim Kardashian.

In passerella i capi più iconici delle 40 collezioni di Francesco Scognamiglio hanno raccontato la storia di questo designer nato a Pompei che ha saputo infondere nelle sue creazioni l’antica, affasciante cultura partenopea. Dopo i modelli più conosicuti, quelli indossati dalle star più ammirate del globo negli eventi “che contano”, sono stati presentati quelli della collezione Couture primavera estate 2018. Scognamiglio ha scelto Roma per ripartire idealmente dove tutto è cominciato, da quella sfilata del luglio 2000 a palazzo Barberini che ha segnato l’inizio della sua  folgorante carriera.

Lo show è andato in scena nelle sale della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea: sotto i riflettori la romantica carnalità dello stilista sapientemente miscelata all’essenza autentica, la passionalità e il carattere della “femmina” così come lui la interpreta. Trasparenze, volumi, decori, dettagli preziosi e piume: ogni capo griffato Francesco Scognamiglio ha saputo valorizzare la donna che lo indossa, la signora che non ha paura di essere meravigliosamente protagonista. La sua voglia di sedurre si scopre nei tessuti ricoperti di cristalli,  nelle balze che avvolgono la silohuette senza celarla, nei crop-top incrostati di swarowski, nei tagli che scoprono e slanciano le gambe.

Non conosce la finta modestia la donna Scognamiglio, non ha paura di mostrare le sue caratteristiche più femminili appena velate da voile di seta e stoffe impalpabili. Che sfoggi abiti di ispirazione orientale o tuniche seducenti sa che quella sera gli sguardi saranno tutti su di lei.

I capi della collezione Couture primavera estate 2018 sono ispirati al dialogo tra senso del sacro e bellezza del creato. I tagli decisi si alternano a linee seducenti e affusolate per un’immagine celestiale e ultraterrena. Uniche le stoffe, come la maglia di cristallo aurora boreale. Nitidi i colori: bianco ghiaccio, aurora boreale, perla, rosso porpora e nero. Un tuffo nella purezza del paradiso con qualche guizzo di maliziosa seduzione.

Photo credits: Ufficio Stampa Francesco Sognamiglio GUITAR

Commenti

commenti