Bar Refaeli testimonial Hublot. È la prima donna scelta dal brand di orologeria di lusso

Cambiano i tempi anche in casa Hublot. Il colosso di orologeria, infatti, sceglie per la prima volta una donna come brand ambassador del marchio. È Bar Refaeli il nuovo volto Hublot. La modella arriva dopo Kobe Bryant, Shawn “Jay-Z” Carter, Dwayne Wade, Pelè, Usain Bolt e molti altri, tutti uomini! Adesso, evidentemente, il tempo della moda gira ad un altro ritmo e vuole una donna a scandire la nuova campagna.

Il lancio è avvenuto a New York; in occasione del party la modella ha sfoggiato un abito lungo nero in pizzo vedo non vedo con scollatura sulla schiena. La Refaeli ha commentato così la nuova avventura che a vedrà protagonista: “Sono entusiasta di essere il primo volto femminile di casa Hublot. Sono stata una grande ammiratrice dei suoi prodotti per molti anni, ora sono orgogliosa di far parte della famiglia”.

In realtà per lei non si tratta della prima esperienza nel campo: in passato, infatti, è stata testimonial dei prodotti Piaget. Adesso, a lei il compito di presentare il nuovo orologio Big Bang Broderie ispirato ad un mondo fatto di pizzi e ricami. Le linee grafiche si intrecciano nel quadrante tempestato da undici diamanti. Il risultato? Uno spirito ribelle incastonato in un orologio che trasuda lusso. Jean-Claude Biver, ceo del marchio svizzero, ha commentato l’ingresso di Bar: “È un piacere per il nostro brand sviluppare una collaborazione con Bar Refaeli, top model di fama internazionale. Grazie a questa partnership, Hublot porterà la nuova campagna donna 2015 ad uno step successivo, con una star riconosciuta in tutti i nostri mercati nel mondo”.

Bar Refaeli, conosciuta dal grande pubblico grazie alla love story di sei anni (tra un tira e molla e un altro) con Leonardo Di Caprio, è balzata nell’Olimpo del top model diventando, nel tempo, testimonial di brand e maison di moda come Chanel, Moet&Chandon, Escada. Dopo il debutto nel 2007 su Sports Illustrated Swimsuit Issue, Bar ha conquistato le cover di Elle, Marie Claire, Harper’s Bazaar, GQ, Glamour.

Foto by Facebook

Commenti

commenti