Naomi Campbell testimonial La Perla: “pizzo impossibile” e sensualità senza tempo

Dopo Donatella Versace scelta come volto di Givenchy, è un’altra icona della moda ad essere stata indicata per rappresentare un noto marchio. Non si tratta di una stilista questa volta, ma di una modella, forse la modella per eccellenza: Naomi Campbell. La top model, che nella scorsa Primavera/Estate 2015 è stata la testimonial di Burberry con Jordan Dunn, ora indossa il pizzo impossibile dell’Autunno/Inverno di La Perla.

La Campbell, già lo scorso gennaio, aveva sfilato tra i pizzi e le trasparenze del brand di lingerie in occasione del rilancio de La Perla alla Paris Fashion Week ed è stata confermata come il volto (e il corpo sensuale) dell’azienda anche per le prossime stagioni fredde. Per ora sono due le immagini della Fall/Winter collection di underwear rese note dal gruppo e realizzate da Mert Alas e Marcus Piggott: nella prima Naomi è vestita d’oro, con un completo a pezzo unico che definisce bene le sue forme perfette.

Naomi Campbell La Perla

Ma l’immagine che sta facendo il giro del web e che sta lasciando tutti ad occhi spalancati per la femminilità e la sensualità, è quella nella quale Naomi Campbell indossa un completo nero con reggiseno a balconcino, slip a vita alta, vestaglia lunga e un elegante pantalone in pizzo, il “pizzo impossibile” della collezione Autunno/Inverno 2015-2016 appunto. Un capo, quest’ultimo, che è il protagonista della nuova campagna La Perla e che nasce dalla sfida di riprodurre un pizzo dei primi del ‘900 ritrovato in un mercato vintage.

La Perla Campbell testimonial

L’outfit nero di Naomi Campbell per la new collection La Perla è lo stesso con il quale la super modella ha chiuso la sfilata del brand alla settimana della moda di Parigi. Quali saranno gli altri completi intimi e i capi di homewear ad alto tasso di sensualità e di eleganza che l’azienda farà indossare alla Campbell? Non resta che attendere i prossimi scatti della campagna Fall/Winter 2015-2016 di Alas e Piggott.

Foto by Facebook

Commenti

commenti