Hub Dot nella settimana della Milano Fashion Week

Questa volta Hub Dot, la community al femminile di 35.000 donne nel mondo, sarà  con un evento a Milano. Non a caso nel cuore di una Milano avvolta dall’atmosfera della Fashion Week, in uno spazio tutto moderno come quello di City Zen. Donne che si incontrano per conoscersi e intrecciare relazioni abbattendo le targhe e le clasterizzazioni, semplicemente attraverso i Dots colorati riconoscendosi in uno stato emozionale. Incontro da non perdere se si è in giro per la città, per ampliare le proprie amicizie e per trovare inspirazione attraverso lo storytelling, non a caso il tema della serata sarà “Ricomincio da me”.

“5 Dot, 5 Stati Mentali. Nessuna etichetta. Solo storie e infinite possibilità di connessioni di significato. Questo è quello che noi chiamiamo Alchimia”, questo è quello che dice Simona Barbieri dal fonder di Hub Dot che vive a Londra dove 5 anni fa si è dato vita al primo evento. Hub Dot ritorna a Milano, il 23 febbraio alle ore 18.30, con un evento di Storytelling tematico, “Ricomincio da me”. Una serata di ispirazione al City ZEN, uno spazio dove si ritrova l’armonia tra mente, corpo e spirito e si trasforma il proprio benessere in un servizio verso il prossimo attraverso la pratica dello yoga e meditazione. Uno storytelling di chi ha scelto di inseguire il proprio sogno e ricominciare una nuova vita, storie di coraggio, di volontà e di rinascita…, per non smettere mai di credere che ricominciare da noi è possibile.Hub Dot, nato nel 2012 dalla visione di Simona Barbieri, è una community reale e globale che conta 35.000 persone ed é presente in 18 villes nel mondo. L’idea è quella di aiutare le donne, con esperienze professionali e culturali diverse, a connettersi di persona e condividere le loro storie con un nuovo modo di fare NETWORKING: Hub Dot non ha etichette, ma Dot colorati e ogni colore corrisponde ad uno stato d’animo.Il Dot é uno strumento che aiuta a creare un modo nuovo e fluido di fare networking, facendo leva sulle inclinazioni e sulle affinità personali e non sulla base di una qualifica o la semplice appartenenza ad una categoria.

Hub Dot rimuove le etichette sociali – la qualifica, il CV, la descrizione del lavoro – e li sostituisce con 5 Dots come un nuovo modo per dare alle donne la libertà di esprimersi. Iniziando la conversazione con ” Quale é la tua storia ? ” invece di “Cosa fai? ” dà l’opportunità di scoprire te. Il linguaggio dei Dots connette le persone in maniera significativa su scala mondiale…dall’amministratore delegato di un’azienda internazionale alla pasticcerà di un piccolo villaggio, dalla filantropa alla fashionista, dalla scrittrice alla storyteller, dall’artista alla gallerista. Questo è cio’ che Hub Dot chiama Alchimia. Hub Dot crea con le alchemiste la “Dot Alchemy” nel momento di networking time aiutando cosi’ a creare sinergie e connessioni in un momento di networking strutturato.Hub Dot sovverte il modo in cui le donne si relazionano, creando nuovi spazi adatti a relazioni autentiche, adotta il concetto di Piazza per rimettere al centro lo “storytelling”.Questo é, secondo Hub Dot, il modo più naturale che le donne hanno di connettersi tra di loro, ispirandosi. Intorno al fuoco nei campi in Africa, in una piazza in Sicilia o in una casa da tè in Cina.Le storyteller hanno un minuto per raccontare la loro storia e la scoperta alla quale assistiamo ogni volta è che da una semplice storia può aprirsi un mondo incredibile di conoscenze, opportunità sorprendenti e di ispirazione. Anche aziende e brands hanno scoperto il linguaggio dei Dots chiedendo di adottarlo per organizzare e facilitare l’engagement tra i loro dipendenti.Hub Dot ha realizzato eventi con Bank of America, Ernst&Young, Goldman Sachs, BNP Paribas, Credit Swisse e Financial Times.Lo stesso linguaggio sta entrando anche nell’ambito delle scuole e università, con lo scopo di aiutare a colmare il divario generazionale fra studenti, genitori e insegnanti attraverso un’esperienza che crea uno spirito di convivenza più ricco e di lungo termine.

Info:

Per partecipare alla serata del 23 febbraio a City Zen Milano occorre registrarsi collegandosi a Eventbrite oppure direttamente dal sito di Hub Dot.       Il team Hun Dot Milano: Gioia, Cristina, Deborah, Emanuela e Marina.

 

Photo Credits Hub Dot

Commenti

commenti