Kendall Jenner nei guai: il doberman della top model ha morso una bambina?

A tenere banco su internet sono sempre le sorelle Kardashian-Jenner, Kim e Kendall in particolar modo: tutto quello che le riguarda finisce in rete, anche se magari è una sciocchezza. L’ultima notizia, che sicuramente una sciocchezza non è visto che vede coinvolti dei minori, è che il cane di lei avrebbe morso una bambina di cinque anni a un braccio. Il problema è che, secondo Kendall e il suo fidanzato, il fatto non sarebbe mai avvenuto, anche se a denunciarlo è un famoso legale di Los Angeles.

Insomma, il cane di Kendall Jenner, un Doberman Pinscher, ha morso o non ha morso una bambina di cinque anni? Perchè il nonno della piccola, un potente avvocato di Los Angeles, dice una cosa mentre Kendall Jenner e il suo fidanzato Ben Simmons un’altra.

Per il nonno, l’avvocato divorzista Bob Cohen, la piccola stava passeggiando con la mamma e con lui quando, passando davanti a un ristorante, il Beverly Glen, dove erano seduti Kendall, Ben e il cane, l’animale ha abbaiato contro la bimba e poi l’ha morsa bucandole la pelle del braccio e facendole uscire qualche goccia di sangue. Niente di grave, il cane è comunque supervaccinato, ma i due con fare arrogante si sarebbero allontanati senza nemmeno scusarsi con la piccola e chiederle se stava bene.

Per Kendall e Ben invece, il gruppetto è passato davanti a loro e il cane gli ha abbaiato contro. Lei ha tirato il guinzaglio e il cane ha smesso. Non c’è stato nessun morso, nessuna bambina è stata ferita e se non si sono scusati dell’accaduto è perchè non è accaduto proprio niente.

Chi ha ragione? Il nonno avvocato continua a dire che i due si sono comportati male perchè non hanno prestato la giusta attenzione alla cosa. I due ragazzi hanno ribattuto che, se davvero ci fosse stato un morso e una bambina fosse stata ferita, mai e poi mai se ne sarebbero andati senza fare nulla. E poi che se ferita c’è stata, basta portare le foto o la bambina stessa da un dottore e poi  se ne può parlare. In realtà i camerieri del locale, che hanno comunque portato la bimba all’interno del locale perchè si era spaventata, hanno riferito che non c’erano segni evidenti di un morso o di una ferita.

L’ultima notizia è che il Bob Cohen, messo alle strette, ha riferito che la bambina è stata portata in farmacia dove il farmacista le ha messo una pomata e poi dal dottore, che le ha messo un cerotto. Comunque, ha tenuto a precisare, non ci sarà nessuna causa.

Certo, hanno detto Kendall e Ben alla famiglia di lei, avrebbero dovuto portare le prove di un morso che non c’è stato. Ma allora perchè è successo tutto questo? Probabilmente per vecchie ruggini e gelosie tra famiglie. Infatti, interrogato dalla stampa, Cohen ha risposto che la famiglia Kardashian la conosce da tempo e che Kendall è all’altezza della loro arroganza. Ergo, trova la famiglia Kardashian arrogante.

Non è che in passato, quando era in vita il capofamiglia Robert Kardashian, l’avvocato Cohen è stato battuto più volte in aula da quello che allora era uno dei legali più famosi d’America tanto da aver fatto assolvere persino O. J. Simpson?

Photo credits: Celebrity News Today

 

Commenti

commenti