Taste of Roma 2018, fino al 23 settembre a Roma l’evoluzione del gusto

E’ iniziata una delle manifestazione dedicate al gusto più conosciute non solo della capitale, Taste of Roma 2018, presso i Giardini Pensili dell’Auditorium Parco della Musica. Fino al 23 settembre sotto i riflettori ci saranno più di 20 fuoriclasse della cucina italiana con 72 portate realizzate al momento dalle cucine dell’evento e tante altre straordinarie attività.

L’autunno è una stagione particolarmente “dolce” per gli appassionati di Taste of Roma, la manifestazione che consente  di gustare le creazioni d’alta cucina dei più grandi Chef del paese. Ogni anno presenta novità e soprese, con uno spazio, quello dei Giardini Pensili dell’Auditorium Parco delle Musica, che si allarga costantemente. Quest’anno, per esempio, alle 15 cucine allestite nella storica location al quartiere Flaminio, se ne sono aggiunte tre in più. 

Tra le novità sicuramente i 18 piatti creati appositamente dai grandi chef per raccontare agli amanti dell’alta cucina l’evoluzione del gusto e il legame con l’arte. Massimo Viglietti, Angelo Troiani, Riccardo Di Giacinto, Oliver Glowig, Kotaro Noda, Roberto Okabe, Cristina Bowerman, Daniele Lippi, Francesco Apreda, Heinz Beck, Fabio Ciervo: solo eccellenze che, come quarto piatto del menù di ogni ristorante, proporranno la rappresentazione della loro evoluzione culinaria, ovvero il #piattodautore.

«Lavoriamo con e per il cibo da anni” ha spiegato il General Manager di BE.IT events Mauro Dorigo, “Per noi rappresenta una delle massime espressioni artistiche che coinvolge i cinque sensi. In un’epoca come questa di grandi evoluzioni, torniamo all’origine, e la raccontiamo con innovazione, cercando anche quest’anno di regalare un’esperienza irripetibile”.

Taste of Roma 2018 proporrà anche tutta una serie di attività collaterali altrettanto gustose e altrettanto “glam”: la “Vip Lounge by Diners Club Internationale”, un’esperienza “top” fin dall’ingresso con un programma di degustazioni esclusivo e uno spazio dove godersi tutto ciò che Taste of Roma popone nella massima comodità e riservatezza.

Poi Taste Arena, un’area dove si alterneranno momenti di sfida a corsi di cucina tenuti dai grandi chef. Luppoli D’Autore, un viaggio attraverso i migliori luppoli guidati dai Beer Expert del Birrificio Angelo Poretti per scoprire quando sia semplice, e gustoso, abbinare ai piatti che si cucinano tutti i giorni in casa alle birre giuste.

Infine per la prima volta a Taste of Roma si potrà scoprire “Maestri in cucina Ferrarelle”, un ristorante nato dalla proposta di un menù fusion tutto italiano a 4 mani: chef selezionati e maestri pizzaioli faranno squadra ogni giorno per offrire ai visitatori piatti appositamente pensati per unire i due mondi in un’unica tavola.

Photo Credits: Taste of Roma Press Office, Flavia Marincola

Commenti

commenti