La Festa del Cinema di Roma: tutti i look più belli del red carpet [GALLERY]

La Festa del Cinema di Roma 2018 è tornata come ogni anno a far brillare il red carpet della capitale con film, anteprime, ospiti e incontri d’eccezione. La festa come sempre è durata 10 giorni e si è svolta dal 18 al 28 ottobre 2018. Ancora sotto la produzione di Antonio Monda, questa è stata la 13° edizione. Come ogni anno ci sono stati i più importanti nomi del panorama cinematografico internazionale con tanti omaggi che sono stati dedicati anche a specifici tecnici dell’arte cinematografica. Ad aprire questa edizione. Ma ad attirare l’attenzione e i flash dei fotografi sono stati i look delle star che hanno sfilato sul red carpet. La maggior parte dei look hanno portato la firma di Giorgio Armani Privé. Ecco alcuni dei look più beli e glamour che hanno sfilato alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica nella Capitale.

Cailee Spaeny, la protagonista di Bad Times at El Royale, per l’occasione ha scelto un abito Valentino verde petrolio tutto di tulle trasparente. A dominare la scena però è stato il nero: molte star infatti hanno scelto look total black. Elena Sofia Ricci, con un long dress nero di velluto firmato Giorgio Armani Privé ha calcato il red carpet della prima giornata della kermesse cinematografica. Cate Blanchett per il tappeto rosso ha scelto di indossare una creazione Haute couture di Maison Margiela realizzata da John Galliano. Anche Isabelle Huppert in Giorgio Armani Privé, mentre Asia Argento ha illuminato la scena con un abito di paillettes molto corto firmato Aniye By. In molti hanno notato l’eleganza di Claire Foy in Elie Saab SS2019 per la nuova Lisabeth Salander di Millennium.

La serata di chiusura

A chiudere la 13esima edizione della Festa del Cinema di Roma, in grande stile, l’anteprima dell’ultimo film di Paolo Virzì intitolato Notti Magiche, nelle sale a partire dall’8 novembre. Ma a vincere è stato “Il vizio della speranza” di Edoardo De Angelis che ha trionfato alla 13 esima edizione della Festa del cinema di Roma. La sua storia di vendetta e riconciliazione ha stregato il pubblico e la critica. E’ stato il pubblico ha scegliere la storia e la pellicola come vincitrice della categoria “Miglior film” della selezione di questa edizione 2018.

Il film che sarà in tutte le sale dal prossimo 22 novembre, racconta il dramma delle donne incinte, che in cambio di denaro sono costrette a disfarsi dei loro piccoli. De Angelis, torna dietro la macchina da presa dopo il successo di “Invisibili”, premiato con sei David di Donatello e Nastri d’argento.

Il vizio della speranza: La trama del film

Il lavoro di Maria, consiste nel portare le ragazze incinte al di là del fiume Volturno, affinché si disfino dei bambini appena nati in cambio di denaro. Lungo il fiume, con un cappuccio sulla testa ed il passo risoluto, vive la giovane. Un’esistenza trascorsa giorno dopo giorno, senza desideri né sogni, a prendersi cura della madre e al servizio di una madame ingioiellata. La ragazza, traghetta sul fiume le donne incinte, insieme al suo amato e coraggioso pitbull. Il destino di queste donne sembra essere un vero e proprio purgatorio senza fine.

Un giorno però, qualcosa in Maria cambierà. Tornerà la speranza a bussarle alla porta, in tutta la sua potenza. Restare umani, è da sempre la più grande delle rivoluzioni. Infatti, soltanto la fuga di una ragazza nigeriana che tenta di tenere con sé il proprio bambino, sarà l’occasione per Maria, di meditare sul suo operato, per mettere in discussione quello che la sua madame ingioiellata e dipendente da eroina, le ha insegnato fin da piccola. Nel microcosmo raccontato dal regista, infatti, la speranza è soltanto un “vizio”, e tutto è organizzato da regole infrangibili. Se aspetti un bambino sei rovinata, se provi a scappare, sei morta, se pensi che la schiavitù sia meglio della libertà, sei stupida.

Di seguito la gallery dei look

photo credits: instagram

Commenti

commenti