Saldi invernali 2019, tutte le date e consigli per gli acquisti

Capodanno è passato ed il periodo dei tanto attesi saldi sta arrivando. Inizieranno tra il 2 e il 5 gennaio, ma in alcune regioni dureranno a lungo: fino alla primavera. I saldi invernali sono l’occasione in cui i negozi di abbigliamento mettono in vendita la merce non venduta a prezzi scontati. Da un paio di anni infatti le “liquidazioni” hanno una data di inizio quasi unificata, mentre sulla loro durata le regioni hanno uno spazio di manovra molto più ampio.

La Basilicata inizierà poche ore dopo la fine dei festeggiamenti per il nuovo anno: già il 2 gennaio sarà possibile trovare merce in saldo. Anticipa anche la Valle d’Aosta che inizierà il 3, mentre tutte le altre regioni partiranno sabato 5 a eccezione della Sicilia, che lo farà nel giorno dell’Epifania. I consumatori liguri sono quelli che avranno meno tempo: il 18 febbraio sarà già tutto finito. All’estremo opposto c’è la Campania, dove si potranno fare affari fino al 2 aprile

Attenti alle truffe

Durante i saldi c’è chi riesce a portarsi a casa ottima merce a prezzi molto convenienti, ma il “pacco” è sempre dietro l’angolo e, in ogni caso, è sempre meglio prendere alcuni accorgimenti per far sì che l’affare non lo faccia solo l’esercente. La prima cosa da tenere d’occhio durante i saldi è il cartellino: dev’essere indicato in modo chiaro il prezzo precedente, in modo che il consumatore possa rendersi conto dell’effettivo sconto applicato. Per essere sicuri al 100%, comunque, meglio fare un giro per negozi prima dei saldi e prendere nota dei prezzi degli articoli che più ci interessano. Sospettate sempre degli sconti esagerati: se si va oltre il 50% ci sono buone possibilità che sia stato ritoccato il prezzo pre-saldo o che si tratti di fondi di magazzino.

Ecco le date, regione per regione.

Abruzzo: dal 5 gennaio al 5 marzo
Basilicata: dal 2 gennaio al primo marzo
Calabria: dal 5 gennaio al 28 febbraio
Campania: dal 5 gennaio al 2 aprile
Emilia Romagna: dal 5 gennaio al 5 marzo
Friuli Venezia Giulia: dal 5 gennaio al 31 marzo
Lazio: dal 5 gennaio al 28 febbraio
Liguria: dal 5 gennaio al 18 febbraio
Lombardia: dal 5 gennaio al 5 marzo
Marche: dal 5 gennaio al primo marzo
Molise: dal 5 gennaio al 5 marzo
Piemonte: dal 5 gennaio al 28 febbraio
Puglia: dal 5 gennaio al 28 febbraio
Sardegna: dal 5 gennaio al 5 marzo
Sicilia: dal 6 gennaio al 15 marzo
Toscana: dal 5 gennaio al 5 marzo
Umbria: dal 5 gennaio al 5 marzo
Valle d’Aosta: dal 3 gennaio al 31 marzo
Veneto: dal 5 gennaio al 31 marzo
Trentino Alto Adige: dal 5 gennaio al 16 febbraio

 

Commenti

commenti