Venezia 77: Arisa rompe gli schemi con l’abito nero di Antonio Marras

La 77° edizione del Festival del Cinema di Venezia è iniziata il 2 settembre e terminerà sabato 12 settembre. Quest’anno la manifestazione è particolare e sarà nel rispetto delle norme anti contagio da Covid-19. Per la prima volta il red carpet di questa edizione ha visto in passerella pochi ospiti a sfilare. La mascherina è d’obbligo e alcuni hanno pensato di usarla come accessorio di tendenza. Ma tra i tanti look chiacchieratissimi ce n’è uno in particolare che ha attirato l’attenzione. Si tratta di Arisa che ha indossato per l’occasione un abito total black molto particolare dandole una “luce” quasi dark. 

Arisa, la dark lady sul red carpet sfila in nero: “Non valgo solo se sono come vuole qualcuno, io valgo comunque”

Sulla passerella rossa del Festival del Cinema di Venezia è approdata una sorridente dark lady: Arisa. Il suo vestito total black è firmato da Antonio Marras. Maniche a sbuffo, abito effetto stropicciato e delle plateau vertiginose nero lucido vestono Arisa in una versione più dark della sua coloratissima personalità. A fare pendant degli orecchini luminosissimi e un’acconciatura raccolta che esaltano il suo viso particolare e il make up semplice e naturale. La scelta impeccabile di Arisa è stata sicuramente vincente ma è merito anche della sua stylist, Stefania Lorini, che l’ha pensata in delle vesti fuori dai classici canoni da red carpet. Addio a scollature, perle e lustrini. Per una personalità eccentrica e forte come Arisa è stata ideata una cascata di nero morbido, “effetto nuvola”, che esalta la generosità delle sue forme. E a proposito di curve e forme del corpo la cantante genovese è in prima linea contro il body shaming e Vanity Fair riporta le sue parole:

Io vedo la bellezza in tutte le donne. […] Io donna non posso essere diversa da quella che sono. Posso curarmi, posso volermi bene, però non mi voglio vergognare, non valgo solo se sono come vuole qualcuno, io valgo comunque

L’outfit di Arisa è stata una scelta più che mai riuscita rompendo gli schemi e conquistando non solo Sanremo ma anche Venezia.

Commenti

commenti