Myss Keta: perché lo stile della rapper ci accomuna tutti

È impossibile non conoscerla. Lei è la rapper italiana che è diventata famosa per le sue hit e per la sua identità nascosta. Un fenomeno milanese tutto al femminile che ha conquistato in poco tempo migliaia di fan. Di lei conosciamo solo la sua chioma lunga e bionda con la frangetta corta. Stiamo parlando di Miss Keta colei che in qualche modo ha anticipato un’estetica diventata oggi obbligatoria. Il suo look inusuale e avvolto dal mistero è stato uno dei tratti distintivi della cantante. Il suo primo singolo è uscito nel 2013 e all’epoca sembrava strano vedere qualcuno girare con una mascherina. Eppure Miss Keta ha fatto – inconsapevolmente – del suo simbolo di stile un dispositivo di protezione che accomuna tutti noi, nessuno escluso. La sua personalità e la sua immagine hanno raggiunto anche la Grande Mela e il New York Times ne è rimasto incuriosito e l’ha intervistata.

Miss Keta e la mascherina: “Adesso è una cosa che abbiamo tutti in comune”

Come già anticipato, l’artista è finita tra le pagine del New York Times. Visto il periodo difficile che il mondo sta vivendo a causa della pandemia il noto giornale ha voluto in qualche modo portare alla luce una “mitologia missketiana“. Si ironizza e sul web della cantante si dice: “Lei sapeva tutto“. Sì, perché pare ovvio che oggi tutti noi siamo un po’ Miss Keta. Nell’intervista la rapper milanese dichiara: 

Prima era una caratteristica che mi distingueva. Adesso è una cosa che tutti abbiamo in comune. Ora tutti sembrano dei fan della Myss”

E non è finita qui. Al New York Times ha rivelato di avere un’infinità di mascherine: Chirurgiche, tessuto, vinile, seta, di qualsiasi materiale”. Miss Keta con la sua musica ha dato voce ad una certa realtà di Milano ma nessuno avrebbe mai immaginato che, in un futuro, avrebbe anticipato uno “stile” per tutti. E adesso che siamo un po’ tutti Miss Keta, la sua immagine verrà in qualche modo intaccata? No. E ad assicurarlo è la stessa rapper:

Sono sempre MYSS KETA, lo sarò sempre, al 100%. MYSS KETA è la diva di porta Venezia. Lo dirò finché non inizieranno a chiamare dei parchi con il mio nome”

Commenti

commenti