Lutto nel mondo della moda: addio Alber Elbaz

Il celebre stilista si è spento a 59 anni

Alber Elbaz ci ha detto addio a 59 anni. Il celebre stilista si è spento a Parigi il 24 aprile 2021 presso l’American Hospital: secondo quanto riportato dai tabloid francesi,  aveva contratto il Covid-19. L’avevamo visto da poco in passerella (seppur virtuale) all’ultima Paris Fashion Week, aveva deciso di rimettersi in gioco ma, dopo tre mesi dal lancio di AZ Factory, il mondo della moda è costretto a dire addio ad un altro grande talento.

Alber Elbaz è ricordato soprattutto per essere stato il direttore creativo di Lanvin, maison dalla quale si era allontanato nel 2015 lasciando la carica. E poi, dopo cinque anni di latitanza, Alber Elbaz era tornato sotto i riflettori lanciando un nuovo progetto, una nuova identità fashion ben apprezzata dalla generazione Z. Ma, a distanza di tre mesi, AZ Factory, nata in collaborazione con Richemont, ha dovuto dirgli addio.

Addio Alber Elbaz: il mondo piange un grande stilista

Il presidente e fondatore di Richemont Johann Rupert ha confermato la dipartita dello stilista in una nota stampa: “Ho perso non solo un collega, ma un caro amico. Alber aveva una meritata reputazione come una delle figure più brillanti e amate del settore. Sono sempre stato colpito dalla sua intelligenza, sensibilità, generosità e creatività sfrenata. Era un uomo di eccezionale calore e talento e la sua visione singolare, il senso della bellezza e l’empatia lasciano un’impressione indelebile”.


Il team di AZ Factory, la nuova realtà lanciata da Elbaz, l’ha salutato così: “Ci hai fatto sognare, ci hai fatto pensare e ora voli. Amore, fiducia e rispetto, sempre”. Talento amatissimo in tutto il mondo, Alber Elbaz è stato uno stilista che ha saputo catturare l’amore delle grandi stelle hollywoodiane: abbiamo ammirato i suoi lavori con Nicole Kidman, Sofia Coppola, Meryl Streep, e ancora Demi Moore, Gwyneth Paltrow, Kate Moss, Uma Thurman, Julianne Moore e Natalie Portman. Del resto, Alber Elbaz amava vestire tutte le donne. Nel 2019 aveva dichiarato: “Il nostro lavoro come designer è ascoltare, capire. Per tutta la mia carriera ho sempre lavorato con donne e per donne”.

LEGGI ANCHE: Le borse ideali per la Primavera/Estate 2021 sono quelle di Zanellato

Exit mobile version